Radio 6023 celebra la Festa della Liberazione rimandando in onda Le Voci della Memoria, perché possano lanciare a squarciagola il loro messaggio di memoria e resistenza.

25 giorni fa usciva l’ultima puntata de Le Voci della memoria, 83 giorni fa ritornavamo attoniti ma felici da quell’esperienza terribile e meravigliosa che è Promemoria_Auschwitz. Con questo tempo alle spalle e in occasione dell’importante ricorrenza del 25 aprile possiamo dare uno sguardo retrospettivo al senso del progetto e a ciò che ha cercato di raccontare. Quando mi sono imbarcato in questa “impresa” non sapevo bene quale forma avrebbe preso, ma avevo ben presente l’esigenza che mi aveva spinto ad intraprenderla. Volevo indagare il perché e soprattutto il come raccontare la tragica storia della Shoah e dei totalitarismi. Le risposte sulla via sono state tante, ma mi sono reso conto di come la cosa più importante sia stata il dare voce alle persone e alle esperienze che hanno vissuto. La Storia è anzitutto fatta da individui, allo stesso modo da essi deve essere narrata.

Già solo nel ripercorrere la genesi del progetto possiamo renderci conto dello sforzo che la memoria e la resistenza ci richiedono. Prima ancora di uno sprone all’azione, si tratta di una prova d’immaginazione. Si tratta di un doppio slancio verso il passato, per non dare per scontato il presente, e verso il futuro, per metterlo sempre in questione. Ad oggi, educare alla cittadinanza è forse il nostro impegno più urgente e meritato. Lo dobbiamo a noi stessi, per non soccombere alle nostre stesse mancanze. E se lo sforzo ci può sembrare immenso, diventa subito leggero alla luce di un ideale, come quello che muoveva i partigiani

La memoria è anche il momento che dobbiamo dedicare a ringraziare chi tanti anni or sono ha rischiato la propria vita e la propria libertà per garantirci oggi la nostra. La resistenza è il nostro impegno a presiedere e custodire questa preziosa eredità.

Allo stesso modo, voglio cogliere l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno partecipato, in un modo o nell’altro, alla realizzazione de Le Voci della Memoria. Questa serie podcast è stata possibile solo grazie a tutti coloro che l’hanno animata con le proprie parole e le proprie azioni, e di questi sono enormemente grato.

Anzitutto, il gruppo dei partecipanti dell’Università del Piemonte Orientale, assoluti protagonisti del viaggio: Beatrice, Camilla, Claudia, Daniele, Diana, Donatella, Francesca, Julia, Martina, Sara B., Sara L.V., Sara V. e Simone. Senza però dimenticare le altre nostre compagne di viaggio, tre professoresse dell’università che hanno sempre saputo donarci interessanti spunti di riflessione: la Prof.ssa Bianca Gardella, la Prof.ssa Irma Dianzani e la Prof.ssa Cristina Meini. A quest’ultima va un ringraziamento speciale poiché se il progetto Promemoria_Auschwitz è potuto approdare all’UPO, è principalmente merito suo. Ringrazio anche tutti i relatori del seminario di preparazione Costruire Memoria: il Prof. Guido Franzinetti, la Prof.ssa Bianca Gardella Tedeschi, la Prof.ssa Irma Dianzani, il Prof. Jörg Luther e il Dott. Simone Ghelli.

Un altro sincero ringraziamento va a tutti i membri dell’associazione Deina. Al direttivo di Deina Torino per aver accolto il progetto con entusiasmo e averne permesso la realizzazione: Davide Toso, Elena Bissaca e Francesca Poli. A tutti coloro (troppo numerosi per non scordarsene almeno qualcuno) che, prestando la loro voce, hanno voluto far parte di questo progetto: Elena, Dario, Ludovica, Antonio, Anita, Anna, Carola, Cesare, Paolo, Sofia, Tommaso, Marco, Beatrice e Cristina. A tutti gli altri per l’interesse mostrato verso questo inusuale modo di fare memoria.

Infine, ringrazio in modo speciale Davide Boris Farinetti e Maddalena Bellasio per l’attenta e sempre presente supervisione di ogni episodio e a tutto lo staff di Radio 6023 per il caloroso supporto. Questo stesso ringraziamento lo rivolgo a tutti gli ascoltatori che hanno voluto prestare un orecchio attento a Le Voci della Memoria.

Qui tutti i podcast de LE VOCI DELLA MEMORIA:

EPISODIO 1 – Perché partire 
EPISODIO 2 – Preparativi per il viaggio
EPISODIO 3 – Una comunità viaggiante
EPISODIO 4 – Esplorando Cracovia
EPISODIO 5 – Immersi nella storia
EPISODIO 6 – La scelta
EPISODIO 7 – Auschwitz
EPISODIO 8 – Rielaborare insieme
EPISODIO 9 – L’ora di tornare a casa
EPISODIO 10 – Reagire

Benjamin Cucchi