Lo Spazio Emergenti, in onda tutti i giorni, ha intervistato i Cinque Uomini Sulla Cassa Del Mortoda poco usciti con il secondo album “Kairòs” da cui è stato estratto il singolo “La Nostra Intersezione“.

“Il brano parla dell’incontro con l’altro da noi, che può essere simile ma mai coincidente”, ci ha raccontato Alberto, voce chitarra e percussioni del gruppo. Un concetto filosofico ripreso dalla tradizione della filosofia morale del ‘900. Uno spunto dunque interessante e raramente utilizzato nella musica, nel folk a maggior ragione.

I Cinque “pirati” prendono il nome da una canzone piratesca effettivamente esistente, citata da Stevenson ne L’Isola del Tesoro; l’originale parla di quindici uomini, ma ovviamente essendo cinque i componenti del gruppo, il titolo è stato riadattato.

I loro live, sempre a detta di Alberto, vogliono essere un arrembaggio, cosa che si sposa perfettamente col nome che vuole essere un rimando a suoni e sfumature esotiche accanto alla comunque presente anima irlandese del gruppo.

L’intervista completa è “sull’onda” e sui nostri podcast!