fbpx
Seleziona una pagina

Istituzione e storia del Giorno della Memoria

Giovedì 27 gennaio sarà il Giorno della Memoria, istituito nel 2005 dalla risoluzione 60/7 dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. È stato istituito il 27 gennaio perché, nello stesso giorno del 1945, le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.

Su tutto del territorio della Regione Piemonte, durante il Giorno della Memoria, le vittime dell’Olocausto saranno ricordate con diverse iniziative dedicate; in modo da sottolineare, ancora una volta, che certi orrori del passato non possono e non devono essere dimenticati.

 

Iniziative del Consiglio Regionale

A livello regionale, il Polo del 900 e i suoi Enti partner vogliono commemorare le vittime della Shoah con spettacoli, mostre, letture, visite guidate e altri eventi che dureranno fino al 3 febbraio 2022, tranne la mostra d’arte Le scatole della Memoria, che terminerà il 27 febbraio. Il Comitato Resistenza e la Costituzione del Consiglio regionale del Piemonte, con il patrocinio della Comunità Ebraica di Torino, hanno reso possibile l’organizzazione di tutti gli incontri.

Il 27 gennaio si comincia con attività di social reading, assieme ad un commento collettivo, con l’Associazione Culturale Twitteratura a partire dal discorso della senatrice Liliana Segre al Parlamento Europeo. Durante tutta la giornata, il Museo Diffuso della Resistenza e Museo del Cinema propongono per le scuole delle proiezioni gratuite, con al seguito laboratori di approfondimento.

È possibile consultare l’elenco completo delle attività sul sito del Polo del 900.

 

Attività Radio 6023

Il 27 gennaio potete sempre trovare il nostro speciale palinsesto dedicato alla commemorazione.

Negli anni Radio 6023 e gli Studenti dell’Università del Piemonte Orientale hanno contribuito alla commemorazione della Giornata della Memoria con attività di sensibilizzazione, divulgazione e aggregazione.

A febbraio 2021 il podcast Le Voci della Memoria, ideato e realizzato da Benjamin Cucchi per Radio 6023, riceve il Premio Cittadino Europeo 2022.

Ascolta il mio podcast in viaggio in treno verso Auschwitz con il progetto I Treni Della Memoria, insignito del Premio Cittadino Europeo

Benjamin Cucchi

Autore di "Le Voci Della Memoria", Radio 6023

giornata della memoria 2022

Eventi a Vercelli

Per ricordare le vittime della città di Vercelli la Prefettura, la Comunità Ebraica locale, l’Ufficio Scolastico Provinciale, il Comune e la Provincia parteciperanno alla commemorazione che si svolgerà presso la Sinagoga di Vercelli (Via Elia Emanuele Foà 56/58) giovedì 27 gennaio, alle 10.30.

La celebrazione prevede un tradizionale momento di raccoglimento e la deposizione di una corona d’alloro. Per maggiori dettagli, consultare la descrizione dell’evento qui.

Eventi ad Alessandria

Per il Giorno della Memoria, l’ISRAL promuove sia attività risvolte alla cittadinanza, sia attività rivolte specificamente alle scuole. L’evento principale sarà costruito intorno alla presentazione della pubblicazione, curata da Sisa Ferrari, delle memorie di Armando Ferrara, partigiano deportato. Il libro di Armando Ferrara sarà presentato nel corso di un evento pubblico presso il Centro Congressi Alessandria dell’Associazione “Cultura e Sviluppo”, piazza Fabrizio De André 76.

Per questa e altre iniziative sul territorio alessandrino, è utile consultare il sito dell’ISRAL.

Eventi a Novara

Nella città di Novara, in occasione del Giorno della Memoria, oltre alla tradizione cerimonia commemorativa è stata organizzata il 23 gennaio la “Run for Mem“. La Run for Mem è una maratona attraverso i luoghi storici di Novara legati ai luoghi della Memoria. Dopo la corsa, vi sarà la posa di due pietre di inciampo dedicate a due cittadini novaresi assassinati nel 1943. Come in altre città, non potevano mancare eventi e letture all’interno delle scuole rivolte a studenti ed insegnanti.

Tutti gli eventi dedicati al Giorno della Memoria sono disponibili sul sito del Comune di Novara.

L’importanza del ricordo

Gli eventi elencati sopra sono solo una piccola parte delle iniziative dedicate, in tutto il Paese, al Giorno della Memoria. Questa ricchezza di iniziative è uno dei punti di forza su cui si basa un importante compito della società: ricordare. Senza il ricordo, e senza dunque la trasmissione ai più giovani di ciò che è stato, il passato è destinato non solo a ripetersi, ma a scomparire. Non bisogna sottovalutare questo Giorno, perché è grazie ad esso che abbiamo consapevolezza degli orrori del passato.

I cookies servono a migliorare i servizi e ad ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del sito web.