La Regione Campania nel marzo 2016 ha ottenuto dalla FISU (Federazione Internazionale dello Sport Universitario) l’assegnazione della 30^ Summer Universiade.

Con la XXX edizione estiva delle Universiadi, l’Italia è la nazione che conta il maggior numero di ospitate: ben 11!

La manifestazione è in programma dal 3 al 14 luglio negli oltre sessanta impianti sportivi dislocati sull’intero territorio della Campania, che ospiteranno le gare e gli allenamenti delle 18 discipline iscritte: atletica, calcio, ginnastica artistica, ginnastica ritmica, judo, nuoto, pallacanestro, pallavolo, pallanuoto, rugby a sette, scherma, taekwondo, tennis tavolo, tennis, tiro a segno e tiro a volo, tiro con l’arco, tuffi, vela.
L’Universiade è la seconda manifestazione sportiva al mondo dopo le Olimpiadi per numero di partecipanti e la sua unicità sta nel saper coniugare i valori dello sport e delle emozioni con quello della cultura. Un grande evento internazionale, una straordinaria opportunità per la città e per tutta la Campania per promuovere in tutto il mondo i valori e le ricchezze del territorio e rilanciare l’immagine dell’Italia come Paese della cultura e dello sport. Quella di Napoli 2019 sarà l’undicesima volta – tra edizioni estive e invernali – di un’Universiade in Italia: la prima a Torino nel 1959. Esattamente 60 anni fa.

 

L’Universiade, o Olimpiade Universitaria, è una manifestazione sportiva multidisciplinare corrispondente ai Giochi olimpici (sia invernali sia estivi). Il suo svolgimento è biennale e vi partecipano gli atleti universitari, provenienti da ogni parte del mondo. Seconda solo ai Giochi Olimpici per importanza e numero di partecipanti. Il nome “Universiade”, frutto della combinazione tra le parole “università” e “Olimpiade”, racchiude in sé uno dei concetti alla base di ogni forma di sport: l’universalità. L’Universiade è organizzata dalla Federazione Internazionale Sport Universitari (FISU).

Varie edizioni di campionati sportivi universitari furono organizzate fin dal 1923, ma l’Universiade vera e propria fu ideata e organizzata dal dirigente sportivo Primo Nebiolo. La prima edizione si sarebbe dovuta tenere a Roma, sede dell’Olimpiade estiva del 1960, ma gli impianti non erano pronti, e la manifestazione si tenne nel 1959 a Torino, che aveva già costruito gli impianti necessari per festeggiare il centenario dell’Unità d’Italia nel 1961 e vedeva nella manifestazione la possibilità di compiere una “prova generale”. Con l’occasione venne creata la bandiera con la “U” circondata da stelle e venne adottato come inno il Gaudeamus igitur.

Da quel momento in poi, la FISU organizzò regolarmente i giochi mondiali universitari, con una partecipazione crescente di nazioni e di atleti: all’Universiade estiva del 2005, in Turchia, 7800 atleti.

Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale Universiadi Napoli