Al via la Stagione Lirica 2018-19 del Teatro Coccia di Novara.

Si comincia con Rigoletto venerdì 5 e domenica 7 ottobre 2018.

Oggi siamo stati ospiti del Foyer del teatro di tradizione dei novaresi per sentire dalla voce dei tegisti Paolo Gavazzeni, Piero Marnaghi e del Direttore d’orchestra Matteo Beltrami come questo spettacolo sia una imperdibile occasione per il pubblico.

Si apre con Rigoletto di Giuseppe Verdi la stagione 2018-2019 del Teatro Coccia di Novara.

La regia è di Paolo Gavazzeni Piero Maranghi, non nuovi alla regia nel teatro novarese, dove tornano dopo i successi di Aida (2016) e Delitto e Dovere(2017). La direzione è di Matteo Beltrami che negli ultimi anni della programmazione lirica del Teatro Coccia ha diretto NormaTurandotIl Viaggio a Reims,Aida e Carmen e che riprende l’importante lavoro di formazione iniziato nel 2015 con il Conservatorio Cantelli di Novara: i giovani studenti del Conservatorio hanno, infatti, lavorato nel corso dell’anno accademico per prepararsi alla grande prova d’orchestra che li vedrà protagonisti della celebre opera verdiana. Rigoletto è l’opera che apre questa ricca stagione e come ci racconta il Maestro Beltrami si da il via al filo conduttore che lega i titoli proposti in questa kermesse.

“Il tema dei soggetti scomodi, dei testi scomodi, lega le opere scelte per comporre il tabellone” e ancora “Rigoletto è il soggetto perfetto per raccontare molte contraddizioni rintracciabili anche nella società di oggi”.

Rigoletto si presenta così come opera espressiva, ci viene descritto dai direttori Gavazzeni e Maranghi,  come un quadro: “La ricerca di questo allestimento è stato uno stimolo fra i soggetti per arrivare ad una messa in opera del tutto nuova, che accoglie i passaggi più significativi ed espressivi di una lirica e un libretto che inevitabilmente spingono alla riflessione.”

e ancora

“Pensiamo alla prima volta che si sente questo precipizio meraviglioso, le musiche fantastiche, una narrazione che pare serena al suo inizio ma poi il trauma, il colpo di teatro straordinario che quest’opera offre. Tutto si rigira nella drammaticità di un accanimento nei confronti del protagonista, già simbolo sventurato, oscuro, verso un finale drammatico”

È stata l’occasione di conoscere Corinne Baroni, nuovo Direttore del Teatro Coccia che ha sottolineato il grande lavoro dei tecnici dei laboratori del teatro, definendoli “i realizzatori dei sogni di ogni regista” e lodando lo staff del Teatro Coccia, che se bene in numero esiguo lavora a pieno ritmo per mantenere di altissima qualità l’offerta del teatro novarese. 

Rigoletto è in scena al Teatro Coccia di Novara

  • venerdì 5 ottobre 2018 ore 20:30
  • domenica 7 ottobre 2018 ore 16:00

Importanti le voci protagoniste di questa nuova produzione della Fondazione Teatro Coccia, coprodotta con il Teatro Comunale di Sassari – Ente Concerti Marialisa de Carolis. Rigoletto è il baritono Roberto De Candia al debutto nel ruolo, il Duca di Mantova è il tenore Stefan Pop, Gilda il soprano Aleksandra Kubas-Kruk, Sparafucile è il basso Andrea Comelli al debutto nel ruolo, Maddalena il mezzosoprano Sofia Janelidze, Giovanna/Contessa il mezzosopranoSerena Muscariello, il Conte di Monterone è il basso Fulvio Fonzi, Marullo/Un usciere di corte il baritono Stefano Marchisio, il Conte di Ceprano il bassoAriol Xhaferi, Borsa il tenore Didier Pieri, il paggio della Duchessa il soprano Valentina Garavaglia.

 Le scene sono affidate a Leila Fteita, i costumi a Nicoletta Ceccolini, il disegno luci è di Emiliano Pascucci.

 Importante la presenza del coro in collaborazione con gli allievi dei Conservatori di Novara e Alessandria.

Biglietti dai 32,00 ai 62,00 euro in vendita su www.fondazioneteatrococcia.it oppure presso la biglietteria del teatro in Via Rosselli, 47 a Novara, aperta da martedì a sabato con orario 10.30 – 18.30 (t. 0321.233201).