Lo Spazio Emergenti di Radio 6023 — in onda tutti i giorni dalle 15 alle 16 e dalle 18 alle 19 — ha intervistato “Pueblo Borracho“, band pugliese nata nel lontano 2005 come gruppo post grunge in continuo cambiamento che, dopo essersi sciolta e riformata nel 2010, è approdata a un’impronta musicale rock-blues. Una band dal sound coinvolgente e dal nome altrettanto curioso, che si riferisce al popolo occidentale “ubriaco della propria ricchezza”, una ricchezza che, però, va dissolvendosi lentamente. 

Il gruppo ha partecipato a più di 150 serate tra Puglia e Basilicata, ma la moltitudine di impegni non ha impedito ai suoi componenti di registrare tre album, come racconta Francesco D’Ippolito — voce, armonica e chitarra — ai nostri microfoni: “Nato Borracho” (2012), “Taranto city blues” (2015) e, lo scorso anno, Modern Times”. Attualmente il gruppo è in fase di composizione del quarto disco, ancora senza titolo, la cui uscita è prevista per la fine del 2018.

La canzone che abbiamo scelto per voi, “Someone to hurt“, ha un testo semplice e naïf, che s’incentra sul tema dell’incomunicabilità tra le persone, lasciando però l’alternative-rock della band come vero protagonista. Siete curiosi di scoprire qualcosa di più? Allora, non perdetevi il nostro podcast