La più classica delle commedie teatrali di errori, sotterfugi e triangoli amorosi intratterrà il Teatro Coccia di Novara il 21 e 22 Marzo 2015: si parla di Sarto per signora, la prima piéce di Georges Feydeaux, considerato dopo Moliére il più grande drammaturgo francese.La vicenda, ambientata a Parigi, narra del dottor Molineaux, fresco sposino con, però, una certa facilità alla distrazione in ambito coniugale: avendo infatti un animo libertino, tradisce la moglie con un’avvenente signora e, per poterla rincontrare senza destare sospetti, decide di fingersi un sarto.

A dare vita a questo personaggio, dal comportamento discutibile ma sicuramente divertente, ci pensa un attore molto amato dal pubblico italiano, Emilio Solfrizzi, che dopo il successo dell’anno scorso con “Due di noi” torna al Coccia per raccogliere ancora gli applausi novaresi.

 

Le caratteristiche di  Feydeaux ci sono tutte: dialogo serrato, battute brevi e pungenti dei personaggi, spesso concentrati tutti insieme sulla scena, e ovviamente le situazioni irreali che derivano da equivoci e malintesi. Storie, racconti satirici e divertenti che il drammaturgo scriveva per ironizzare sul suo tempo, su quella dissolutezza tipica della Bella Epoque che vide il suo brusco interrompersi  a causa del tragico primo confitto mondiale.

Sotto la regia di Valerio Binasco si muoveranno sul palco, accanto a Solfrizzi, Anita BartolucciBarbara BedrinaFabrizio ContriLisa GalantiniSimone LuglioFabrizia SacchiGiulia Weber.

L’appuntamento è dunque Sabato 21 Marzo alle 21 Domenica 22 Marzo alle 16 presso il Teatro Coccia di Novara, per info e biglietteria online visitate il sito www.fondazioneteatrococcia.it.