Oggi, 19 novembre 2019 alle ore 13.00, nella Sala Stampa della Camera dei Deputati, verrà discussa la proposta di legge per l’istituzione di un fondo per lo sviluppo delle radio universitarie, presentata dall’associazione RadUni e promossa dall’Onorevole Alessia Rotta.

Si tratta di un traguardo importante: proporre allo Stato di favorire e sostenere le emittenti radiofoniche nate negli Atenei italiani e negli istituti di formazione superiore, che hanno percettibilmente perso negli anni il sostegno da parte delle istituzioni con il rischio di far percepire i laboratori radio come interessi accessori di cui si può fare a meno.

Il fondo della presente legge vuole essere intitolato alla memoria di Antonio Megalizzi e Bartosz Orent-Niedzielski, giovani operatori radiofonici universitari, assassinati a Strasburgo nel dicembre 2018 da un loro coetaneo nel corso di un attacco terroristico.

La famiglia Megalizzi ha deciso di istituire la Fondazione Antonio Megalizzi con lo scopo di avviare una collaborazione con organismi istituzionali europei, nazionali e locali, organizzare, finanziare e realizzare attività, progetti, eventi e iniziative nel campo dell’istruzione e della formazione per valorizzare e sostenere la libera comunicazione e la corretta informazione; sono questi i temi che stavano a cuore ad Antonio e che potranno essere ora un’opportunità per altri giovani di avere grandi sogni e aspirazioni per il futuro: diventare giornalisti, tecnici, speaker, comunicatori del servizio pubblico, operatori consapevoli dei nuovi media.

Questa proposta di legge dimostra ancora una volta quanto sia forte da parte dei giovani la voglia di coltivare conoscenza, creatività, partecipazione e cittadinanza attiva; l’esperienza radiofonica non è solo un’esperienza professionale ma anche civica e umana.