Usciti l’anno scorso con l’album di esordio omonimo, gli Slowtide stanno sempre più emergendo nella scena musicale a livello nazionale.

Il gruppo muove i primi passi nel 2015, quando i due cantanti Michele Rossetti e  Annalisa Bosotti, il chitarrista Carlo Franchini, il batterista Mikel Peruch e Lorenzo Crippa ai synth, compongono i brani Can’t you see e Too easy to twenty pubblicati su You Tube a inizio 2015. Il terreno comune su cui si muovono è la musica elettronica, l’indie e il trip hop, quindi dagli Alt j ai Massive Attack e The XX.

Dopo i primi due brani, la band continua a scrivere e registrare, fino ad  arrivare alla pubblicazione, l’anno scorso, dell’album omonimo.

Il tutto supportato da numerosi live che li hanno portati in giro per l’Italia. Sia dal vivo che su album, il loro suono avvolge come una lenta onda di marea inafferrabile. E la parte elettronica si fonde perfettamente con la parte strumentale, su cui poi si innestano le voci altrettanto ben fuse dei due cantanti.

È proprio Lorenzo che ai nostri microfoni ci spiega che il nome viene da un’idea comune di un certo tipo di sound a cui il gruppo tende.

il singolo che Radio 6023 ha scelto per voi è Leeway. Lasciatevi avvolgere dalla lenta marea!