Lo Spazio Emergenti di Radio 6023 – in onda tutti i giorni dalle 15 alle 16 e dalle 18 alle 19 – ha intervistato PIetro Coccato, in arte PIT, giovane cantautore novarese che insieme ai The Fact That sta facendo parlare di sè.

Il progetto è nato nel 2017, quando PIT, dopo aver registrato un ep in casa, decide di mettere insieme una band, i The Fact That, appunto, per supportarlo nelle esibizioni dal vivo con Francesco Magugliani alla chitarra, Lorenzo Cesa al basso, Massimo Sinatra alla batteria e PIT alla voce e chitarra acustica. Il terreno comune è quello dell’alternative rock e dell’indie rock, ma Pietro affonda le sue radici ancora più in profondità nel blues e nel folk.

In uscita entro la fine dell’anno il primo EP, intitolato EPIT, di cui Flow of my acts sarà la closing track. Sel’EP si fa aspettare, non vale lo stesso per le esibizioni dal vivo, molto presenti con un calendario fitto di live in programma, le performance della band sono costituite di una parte elettrica con tutta la formazione impegnata sul palco e una parte in cui il frontman suona da solo in acustico, sua grande passione.

Durante l’intervista Pietro ha spiegato che le canzoni che scrive sono immagini che lo emozionano e che cerca di tradurre in parole e in musica. Fondamentale per il suo songwriting e il suo stile è stata l’esperienza in Irlanda grazie a cui è entrato in contatto col folk irlandese e un certo modo di cantare e suonare, riscontrabilissimo nei suoi pezzi.