Rivelazione-shock durante la quarta puntata di Fusione di Orizzonti, condividi per farlo sapere ai tuoi amici!

 

Quante volte durante i nostri scroll sui vari social abbiamo incontrato notizie sconcertanti, come quella che potete leggere nel titolo di questo articolo?
Il sensazionalismo è all’ordine del giorno, la diffusione di fake-news dilaga ed è sempre più complicato interpretare la nostra realtà.
La verità è realmente una chimera?

Martedì 3 Aprile alle 17 non chiude Internet, ma si aprono nuovamente le porte di Fusione di Orizzonti per la quarta puntata del format filosofico di Radio 6023.

Il quarto episodio sarà un viaggio alla ricerca della comprensione di come funziona l’informazione su internet e incroceremo due diversi stili di vita.
Da un lato ci sono gli
apocalittici, individui scettici, che ripudiano questo potente mezzo di comunicazione, e dall’altro lato ci sono gli integrati, in grado di cogliere i pregi e le opportunità che offre il world wide web.

Quale grado di fiducia dobbiamo avere nei confronti dei media?
La
responsabilità è unicamente in mano a chi diffonde le notizie oppure noi utenti abbiamo dei doveri in quanto cittadini di internet?
Risponderemo a queste e ad altre domande grazie all’intervento del professor Maurizio Lana, docente di Biblioteconomia e Informatica Umanistica all’Università del Piemonte Orientale.

 

 

Internet ha la grande capacità di influenzare la cultura di massa e la playlist odierna vuole abbinare la musica, più commerciale del solito, alle tematiche della puntata.
Tutte le canzoni hanno come filo conduttore l’assuefazione che provoca internet, noi vi riportiamo anche alcune delle strofe dei testi che più ci hanno colpito.

  • IperconnessiLe luci della centrale elettrica
    Cantami o diva dello sciame digitale / l’ironia sta diventando una piaga sociale / cantami dell’immagine reale / da qualche parte c’è ancora sporchissimo il reale”.
  •  Are you lost in the world like me? – Moby & Pacific Void Choir
    (dal testo tradotto) “Sei perso nel mondo come me? / Se i sistemi hanno fallito? / Sei libero? / Tutte le cose, tutte le perdite / Riesci a vedere?
    Ad accompagnare questo testo ci sono le animazioni di Steve Cutts, che mostrano gli effetti devastanti di internet sulla società di massa. In questo mondo privo di empatia e coscienza, il protagonista vaga senza meta cercando aiuto.
  • Chained to the RhythymKaty Perry
    (dal testo tradotto) “Così confortevole, viviamo in una bolla, una bolla / Così confortevole, non possiamo vedere il problema, il problema
    Internet ci dà accesso a un numero incredibile di dati, ma così possiamo davvero essere sicuri di avere in mano la verità?
  • Vengo dalla Luna – Caparezza
    Scaldati in casa / davanti al tuo televisore / la verità / della tua mentalità / è che la fiction sia meglio / della vita reale
    La vita virtuale sul web, dietro ad un nome fittizio e un’immagine profilo, è migliore?
  • Carmen Stromae
    (dal testo tradotto) “L’amore è come l’uccello di Twitter / diventa blu solo per 48 ore / prima ci si iscrive e poi ci si segue / poi si diventa fessi e si finisce soli
    Per tutta la canzone l’artista è seguito da un uccellino blu (parodia di Twitter) che finisce per prendere il sopravvento nella sua vita. Una satira che colpisce i social network e il loro modo di invadere le nostre vite.
  • Too Many FriendsPlacebo 
    (dal testo tradotto) “Ho troppi amici, troppe persone / che non incontrerò mai, per cui non ci sarò / per cui non ci sarò, perchè non sarò mai là”
    Anche qui sono i social ad essere criticati: le nostre amicizie su internet sono reali? Possiamo dire di essere amici di persone che forse non vedremo mai?
  • Pachidermi e Pappagalli – Gabbani
    Incredibile dichiarazione / la terra è piatta e governata dalle lobby gay in accordo con banchieri ebrei / Marilyn ed Elvis vivono alle Hawaii / Dichiarazione shock, l’uomo è stato ufficialmente clonato
    Gabbani scherza sulle varie fake news e teorie complottiste che circolano su internet e trovano terreno fertile grazie alle condivisioni di milioni di utenti. È quello che abbiamo fatto anche noi, con il titolo di questa puntata.

 

Davide Boris Farinetti Amanda Luisa Guida