Sabato 13 gennaio alle ore 21 con replica domenica 14 alle 16 va in scena La Vedova Allegra di Franz Lehàr al Teatro Coccia di Novara. La direzione dell’orchestra è affidata al maestro Giovanni di Stefano, con la collaborazione dell’Orchestra dei Talenti Musicali e il Coro San Gregorio Magno.

 

 

La storia si svolge a Parigi, nel 1905. All’ambasciata del Pontevedro si attende l’arrivo della Signora Anna Glavari (MANUELA BISCEGLIE), giovane vedova di un ricco banchiere. Al Barone Mirko Zeta (ARMANDO ARIOSTINI) ha ricevuto l’incarico di trovare un marito alla giovane donna per conservare i suoi milioni di dote in Patria.

 

 

Se la signora infatti passasse a seconde nozze con un francese, il suo capitale lascerebbe la Banza Ponteverdina, segnando la rovina della città di Pontevedro.

Inizia così la ricerca di un partito degno per Signora Anna: l’ostinazione della vedova e i dubbi di un suo ex amante, il Conte Danilo (MAURO BONFANTI) però non fanno altro che rendere la situazione più complicata.

 

 

Seppur con grandi difficoltà, alla fine Niegus (MAX RENÈ COSOTTI), collaboratore di Zeta, si rivelerà di cruciale importanza per risolvere tutti gli equivoci della storia.

Sicuramente, sarà interessante vedere come Niegus (vero Deus ex machina della vicenda) riuscirà a sbrogliare la situazione e impedire a Pontevedro di cadere in rovina.

Equivoci e un amore ritrovato dopo lungo tempo: il mix perfetto per un’opera leggera, per cominciare questo 2018 al meglio anche a teatro.

 

Per info e biglietti clicca qui
Il sito della Fondazione Teatro Coccia: https://www.fondazioneteatrococcia.it