Corinne Baroni è la nuova direttrice della fondazione Teatro Coccia. Il consiglio di amministrazione l’ha scelta tra cinque candidati sottoposti a colloquio il 30 luglio scorso.

Baroni ha lavorato per oltre vent’anni nell’ambito teatrale ed è nota per la sua profonda esperienza sia in senso organizzativo che artistico. Attualmente è assistente del soprintendente del Teatro Comunale di Bologna e vanta un prestigioso curriculum vitae: è stata assistente del direttore artistico nella Fondazione Carlo Felice di Genova e ha ricoperto diversi ruoli al Festival dei Due Mondi SpoletoNon da ultimo, ha collaborato anche con la fondazione Teatro alla Scala di Milano e come assistente alla regia del Maestro Peter Wirsch per l’Opera lirica “Oberto Conte di San Bonifacio” al Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto Belli.

Il CDA ha però reso noto che è giunta una notifica di ricorso da parte della dottoressa Gianna Fratta, la direttrice d’orchestra che alla prima selezione era stata individuata come uno dei due candidati più titolati e che, dopo la rinuncia di Antonio Calbi, quando la procedura è stata ripetuta, non è stata inserita dalla nuova commissione tra gli idonei alla candidatura. Il ricorso presentato da Fratta sarà oggetto di discussione in tribunale il prossimo 9 agosto.

Il prossimo evento del Teatro Coccia sarà il 23 settembre, “Sinfonica – Who’s Carlo Coccia?”, con l’orchestra sinfonica del Conservatorio Cantelli.