A distanza di due anni dalla affermazione del soprano russo Kristina Mkhitaryan, torna il canto lirico al Concorso Internazionale di Musica Gian Battista Viotti, in programma al Teatro Civico di Vercelli dal 22 al 29 ottobre, con 70 nuovi concorrenti provenienti da 17 nazioni mondiali che si affronteranno sulla distanza di tre prove, due solistiche e la finale con orchestra.

Il Viotti si svolge sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica e sotto gli auspici della Città di Vercelli e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con la collaborazione dell’Università del Piemonte Orientale e del Teatro Carlo Felice di Genova.

Ieri, Venerdì 21 Ottobre si è svolta la cerimonia di apertura del 67° concorso Viotti; evento nel quale sono impegnati molti studenti, grazie alla collaborazione tra Società del Quartetto e Università.

La cerimonia di inaugurazione del 67mo Concorso Viotti è in corso, i saluti delle autorità con la presentazione di Paolo Pomati

La cerimonia di inaugurazione del 67mo Concorso Viotti, i saluti delle autorità con la presentazione di Paolo Pomati.

In questa prima occasione, i concorrenti hanno ricevuto il benvenuto ufficiale della Città ospitante, dalla Società e dall’Università stessa. Dopo il sorteggio delle lettere (da cui partiranno le audizioni), la cerimonia si è trasferita al Museo Borgogna per il concerto inaugurale, come da tradizione ormai consolidata, tenuto dalla pianista Mizuka Kano, vincitrice dell’edizione 2005 del Concorso vercellese.

Al Museo Borgogna il Concerto in onore dei concorrenti e della giuria del concorso

Al Museo Borgogna il Concerto in onore dei concorrenti e della giuria del concorso.

È come sempre di altissimo livello la giuria che valuterà i candidati: il Maestro Pietro Borgognovo, presidente; Chris Merritt (USA); William Matteuzzi (Italia); Udo Gefe (Germania); Francesco Andolfi (Italia); Racz Marton (Ungheria); Johann Casimir Eule (Germania).

Il repertorio preparato dai concorrenti sarà composto da un’Aria selezionata tra le opere di Mozart e cinque Arie d’opera a propria scelta. Grazie all’accordo di collaborazione sottoscritto quest’anno con il Teatro Carlo Felice, l’Ente lirico genovese offrirà al vincitore/i l’occasione per il debutto in un’opera nella sua stagione 2016/17. La Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, da molti anni a fianco della Società del Quartetto, nel 2003 ha dato vita al premio speciale di 15.000 euro intitolato a Joseph Robbone da assegnarsi al vincitore del Concorso Internazionale Gian Battista Viotti. Si tratta di uno dei più cospicui premi nel panorama dei concorsi italiani. Il secondo premio ammonta a 6000 euro mentre il terzo premio a 4000 euro. Tre premi si aggiungono ai principali: il premio del pubblico (del valore di 1000 euro) che voterà il proprio preferito la sera della finale, il premio Soroptimist di Vercelli di 1000 euro alla voce femminile finalista più meritevole di incoraggiamento e il premio “Carlo Gozzelino” di 1000 euro alla voce maschile finalista più meritevole di incoraggiamento.

L’Università del Piemonte Orientale ha recentemente rinnovato il rapporto di collaborazione con il Concorso Viotti: fornisce servizi, competenze e persone che servono a far funzionare la macchina organizzativa. Integra la segreteria; mette in campo le proprie strutture di comunicazione; garantisce un pubblico qualificato e internazionale e assicura l’impegno dei propri studenti che, con il servizio di accoglienza, tutorato e interpretariato, assistono i candidati in ogni momento del concorso.

Per maggiori informazioni http://www.concorsoviotti.it/news.php?id=65053ede1821f180eac0ef40cc030ce3