61 aziende presenti, 600 studenti laureati o laureandi: sono questi i numeri che sintetizzano il Career Day 2019, evento di placement completamente gratuito, organizzato dall’Ufficio Stage e Job Placement dell’Università del Piemonte Orientale.

La manifestazione annuale, che si svolgerà giovedì 21 novembre dalle ore dalle 9 alle 14 a Novara presso il Campus Perrone , sarà l’occasione in cui studenti, laureati ed aziende si incontreranno per discutere e valutare le diverse opportunità lavorative. Si potranno conoscere responsabili delle risorse umane e proporre la propria candidatura dopo un breve colloquio conoscitivo.

Perché partecipare?

Perché, in un contesto  socio-economico dinamico come quello odierno, avere l’opportunità di entrare in contatto diretto con le aziende, proponendo il proprio curriculum vitae e  sostenendo colloqui risulta essere estremamente utile per addentrarsi nelle dinamiche del mondo del lavoro.

Durante l’edizione di quest’anno, tra le 61 aziende rappresentative di brand prestigiosi a livello nazionale ed internazionale parteciperà anche 6023, Associazione di Promozione Sociale ed Ente del Terzo Settore.
Sarà possibile incontrarci, consegnarci il vostro CV e fare un breve colloquio con noi. Le possibilità sono molteplici: dallo stage curricolare, a una collaborazione occasionale, o volontaria, o in previsione della selezione che svolgeremo il prossimo anno nel contesto del Servizio Civile Universale.
Inoltre saremo presenti con la postazione diretta di Radio 6023, per tutta la durata dell’evento, passate a trovarci e a raccontarci il vostro Career Day!

Per partecipare è necessario iscriversi sulla DIR entro il 18 novembre. L’evento è dedicato agli studenti dell’Università del Piemonte Orientale.

Per arrivare preparati all’evento, non lasciate nulla al caso: cercate informazioni riguardo le aziende presenti, interessatevi alle figure professionali che ricercano, fatevi vedere preparati e curiosi!

Per ulteriori informazioni visitate il sito UPO alla sezione dedicata al Career Day

E come si dice in questo caso…in bocca all’UPO!